traditore

Identikit di un traditore: 3 segnali per riconoscere un infedele.

Identikit di un traditore.

Ammettiamolo: tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo avuto a che fare con un partner poco fedele, oppure, i più “fortunati”, hanno tradito a loro volta.

Allora via libera a partite di calcetto dell’ultima ora, interminabili riunioni che sforano l’orario d’ufficio, week end con amici immaginari, rimpatriate casuali con “è solo l’amica bruttina delle elementari” e tressette col morto.

La lista delle possibili scuse per riuscire a celare un tradimento è alquanto nutrita e, in presenza di un traditore esperto, potrebbe essere più lunga dell’A1 Milano-Napoli.

Eppure, anche i traditori più navigati lanciano dei velati segnali che, se letti e interpretati nel modo corretto, possono essere la causa dello svelamento della loro infedeltà.

Infatti, secondo una recente ricerca, per identificare un partner infedele basta solo sapere cosa e dove cercare.

Come identificare un traditore?

Secondo uno studio pubblicato dalla Royal Society Open Science, ciascuno di noi possiede la capacità di riconoscere un traditore, ciò che fa la differenza è una sola cosa: saper analizzare il suo volto!

I tratti del viso, infatti, indicherebbero l’inclinazione degli uomini al tradimento.

Per confermare questa ipotesi, un gruppo di scienziati britannici ha coinvolto in un esperimento 1.516 persone eterosessuali, proponendo loro foto di uomini e donne con espressioni neutre, da passaporto per intenderci, niente sorrisi o sguardi intensi.

Le donne sono state molto precise quando si è trattato di riconoscere un uomo infedele, mentre hanno avuto più difficoltà nell’identificare, dai soli tratti del volto, l’infedeltà nelle donne.

Questo studio ha mostrato come i volti degli uomini infedeli presentino caratteristiche simili tra cui: ovale quadrato, labbra sottili, sopracciglia folte e ciglia lunghe.

Quindi probabilmente sì, riconoscere un uomo infedele dai lineamenti del volto è possibile, tuttavia ci sono anche altri segnali che possono fare da campanello d’allarme.

Scopriamo assieme i 3 (+ 1) segnali per riconoscere un infedele.

Quante volte avresti voluto trovare un metodo scientifico che ti permettesse di smascherare un traditore o, quantomeno, di prevedere un tradimento?

Secondo la psicologia esistono dei segni che ti dicono se il tuo partner sta pensando di tradirti o è già coinvolto in un tradimento.

Molto spesso, ci si sofferma più sul traditore che sulla persona tradita. Tuttavia, studi recenti dimostrano come esistano alcune personalità che presentano maggiori probabilità di esser vittima di un tradimento da parte del partner.

Per dirla con le parole dello psicologo Gary W. Lewandowski:

«Sebbene essere piacevoli sia generalmente un tratto desiderabile, nel contesto del tradimento è possibile che avere un partner più gradevole incoraggi il traditore a pensare che la sua trasgressione verrà perdonata più facilmente. Anche una scarsa consapevolezza potrebbe causare problemi. Come spiega la ricerca, avere un partner inaffidabile, immaturo o pigro potrebbe aumentare lo stress e il conflitto quando si affrontano le responsabilità quotidiane, come pagare le bollette, fare i lavori domestici, partecipare a eventi di lavoro, impegni personali, ecc. Niente di tutto ciò giustifica il tradimento, ma altre ricerche mostrano che quando i partecipanti hanno descritto il loro partner come poco scrupolosi e molto gentili, hanno riferito una minore soddisfazione coniugale».

Allo stesso tempo, lo studio ha mostrato anche come anche coloro che non brillano in senso di responsabilità e hanno un animo gentile sono propensi a tradire il partner.

Dunque, ciò che emerge è come coloro che hanno più alte possibilità di essere traditi, sono anche quelli meno inclini a farlo.

Quali sono dunque i 3 segnali che celano un tradimento?

  1. Bugie e silenzi. Quando, a causa di un momento di crisi o di una situazione di stress momentaneo, ci si ritrova a confrontarsi solo su domande inquisitorie e omissioni, intervallate da interminabili silenzi, probabilmente c’è qualcosa che sta sfuggendo al focus della coppia.
  2. Controllo ossessivo del telefono. Di Phubbing ne abbiamo già parlato, eppure, infiniti studi e ricerche sviluppano questo tema, descrivendo l’ossessione verso l’essere costantemente online come uno dei motivi principali di crisi di coppia.
  3. Variazione degli orari fissi e ritrovata cura del proprio aspetto estetico. Se racconta che sta andando a giocare a calcetto ma ha lasciato le scarpette a casa per infilare nel borsone una camicia e una giacca da sera, quasi sicuramente quella della partita in compagnia è l’ennesima scusa.

Ovviamente, non tutte le coppie sono uguali, non tutte vivono le stesse dinamiche, non tutte stabiliscono le stesse regole o confini, pertanto non è possibile generalizzare.

Tuttavia, qualora volessi approfondire l’argomento e scoprire il quarto segnale di tradimento, ti aspettiamo il 29 settembre a Modena con Love, Sex & Food.

In occasione della serata avrai la possibilità di confrontarti su questi temi con Daniel Giunti, psicologo, psicoterapeuta e sessuologo, che ha fondato nel 2014 a Firenze il Centro Integrato di Sessuologia Il Ponte.

Con lui affronteremo, con un approccio razionale e scientifico, temi come il sesso, l’amore, la mente, il cibo. Si approfondirà anche il rapporto uomo/donna e le differenze nel modo di approcciare e di sentire delle due metà del cielo.

Cosa aspetti? Prenota il tuo posto e resta aggiornato sui nostri canali social per scoprire tutte le sorprese che abbiamo in serbo per te!

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Condividi: