L’AMICIZIA AI TEMPI DEI SOCIAL

Vuoi che una donna ti aggiunga su Facebook? Ecco cosa NON fare

di Monica Micheli*

Non solo per lavoro, faccio abbondante uso dei social – in particolare Facebook e Instagram – da diversi anni.

Ogni giorno mi trovo ad affrontare una trentina di richieste di amicizia di chi mi ha incrociata in tv o mi vede tra i contatti in comune con altri amici.

Confrontandomi con diverse ragazze, sono arrivata a stilare una serie di motivi per i quali le donne approvino o meno una richiesta di amicizia sui social.

Una tendenza che ho notato, infatti, specie nell’ultimo anno è che ci sia molta più selezione.

 

Un po’ forse perché sta scemando l’euforia iniziale del mezzo, ma anche perché è in aumento il numero di uomini, in genere over 40, che ha scambiato – erroneamente – le piattaforme social per un potenziale night club.

 

Mi piacerebbe davvero, davvero tanto appurare scientificamente se gli approcci da clava e pelle di tigre dai denti a sciabola che mi trovo ad affrontare on line, come tante mie amiche, più volte al giorno portino a un minimo risultato.

Sul serio, voglio capire se il messaggino di un completo sconosciutoCiao sei bella“, al grezzo, senza punteggiatura, abbia mai fruttato ai geniali titolari una minima sorta di risultato in termini di risposta immediata (se non un garbato e diffidente “Grazie e buona giornata“) o addirittura uno scambio più concreto.

Quindi, a meno che non abbiate qualcosa di originale da scrivere, evitate l’entrata a schiaffo, come si auspica la evitiate nella vita di tutti i giorni.

Tenete conto che a un “Ciao sei bella” sibilato vicino all’orecchio mentre la signora sceglie gli avocado al banco frutta potrebbe seguire una violenta borsettata e la richiesta di aiuto alla sicurezza.

Parimenti sui social.

 

Se già siete consci di questa regola base (meno male!) vi resta da capire seguendo quali parametri una ragazza scelga se aggiungervi agli amici.

Innanzitutto va tenuto bene a mente che una donna darà un’occhiata al vostro profilo, prima di decidere se concedervi l’amicizia.

OUT:

  • nessuna foto profilo né immagine di copertina
  • nessun post negli ultimi 3 mesi
  • nessuna informazione disponibile, tranne “Università della vita” (no, via…)
  • ultime 5 foto rappresentate da selfie (brutti) con e senza occhiali dentro la propria auto, dove in almeno uno dei quali (sfortunatamente spesso tutti) il soggetto guarda altrove, come se in un attimo di schizofrenia non avesse riconosciuto la propria mano che immortalava se stesso in assorta meditazione.
  • bacheca piena di repost o aforismi senza commenti personali
  • maggioranza di post tristi, sessisti, razzisti, politici, arrabbiati o in genere una commistione di questi
  • ultimi repost con foto “prima e dopo” la dieta (di altri) seguita usando determinati integratori

 

Se avete passato la selezione e la signora vi ha aggiunto alla cerchia, cercate di non rovinare tutto tornando ai messaggi personali di cui sopra.

L’approccio corretto, se proprio proprio deve esserci, che sia inizialmente qualche like ai suoi post.

Qualche giorno dopo, un commento gradevole e non personale.

Mantenete questa linea per qualche tempo – almeno un paio di settimane.

Se notate che c’è uno scambio (lei risponde a più di un commento o – step successivo – si interessa a ciò che pubblicate) potreste azzardare un contatto molto garbato su Messenger, magari con l’intento di approfondire un particolare concetto enucleato nella sua bacheca.

 

Di qui in poi, seguono i consigli dei nostri esperti…perché l’arte della seduzione richiede studio, applicazione, preparazione.

Le serate Love, Sex & Food possono rappresentare un ottimo punto di partenza per capire come orientarsi in questo affascinante mondo e carpirne i segreti.

 

Vi aspetto!

 

prima vera esperta di cucina afrodisiaca

MONICA MICHELI

 

*Monica Micheli, prima vera esperta di Cucina Afrodisiaca, owner del web-magazine ErosKitchen.com e Tutor di Cucina Afrodisiaca per Detto Fatto su Rai 2

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Condividi: